[et_pb_countdown_timer title=”per fare la storia c’è bisogno di tempo” date_time=”2024-12-31 23:59″ _builder_version=”4.4.0″ background_color=”#006df2″][/et_pb_countdown_timer][et_pb_text _builder_version=”4.4.0″ inline_fonts=”ABeeZee”]

Il timer indica il tempo necessario per arrivare al 2025.

Cosa succederà in questo lustro? Quali storie verranno raccontate?

[/et_pb_text][et_pb_text _builder_version=”4.4.0″]

Sembra che la terra abbia 4,5 miliardi di anni, per molto tempo non è successo nulla di significante per l’uomo, oppure è successo proprio tutto quello che serviva a prepararne un ambiente che non fosse ostile alla sua vita.

[/et_pb_text]

[et_pb_text _builder_version=”4.4.0″ text_text_color=”#ffffff”]

Liberamente tratto da “Cenni storici sulla città di Modigliana” di Giuseppe Poggiolini.

“Questo libro non è (e non ho voluto che fosse) un libro di erudizione. Desidero che sia sempicemente considerato come un affettuoso omaggio alla terra di mia madre.”

[/et_pb_text]

[et_pb_text _builder_version=”4.4.0″]

Le ossa dei giganti

“Dovendosi (narra il Sacchini nel suo manoscritto a c. 23) l’anno 1749 scavare e rifondere li fondamenti del coro de’ Padri Cappuccini per renderli valevoli a sostenere di poi la nuova fabbrica della Librarìa al quanto alta perchè sopra del coro medesimo, si trovarono in quel tufo delle ossa di gambe e di braccia di persone altassime di forma gigantesca le quali si sono rinchiuse entro al muro a mano sinistra all’entrare di quel sotteraneo. Molti ànno meco vedute altre ossa di uomini di smisurata grandezza ritrovate nello scavare il terreno sul dorso di quell’alto Colle ove per li pezzi di mura sotteranee e per pezzi di seliciati che si scuoprono si tiene per fermo che ivi fosse il Castel Mutilo, ed alcune di queste ossa furono ai tempi nostri in un luogo della Campagna detta dei Bianchi e da tutti si sono osservate più volte con curiosa ammirazione, benchè al presente non vi siano altrimenti.”

[/et_pb_text]